Posizioni

La posizione dell’aratro, Halasana

halasana-posizione-aratro

La posizione dell’aratro, Halasana: come eseguirla dopo la posizione della candela.

Se guardo oltre la fessura tra le mie ginocchia, riesco vedere anche le nuvole che sono dipinte sul soffitto, in un giorno di ordinaria follia.

Gli alluci appoggiati a terra, dietro la mia testa, spingono indietro per bilanciare il peso ed evitare che la mia schiena diventi curva come una ciambella al cioccolato.

La punta dei mignoli delle mani tocca a malapena il tappetino oltre le mie natiche, nonostante continui a spingere le spalle verso il basso.

A un certo punto, mentre credo di aver raggiunto una posizione abbastanza corretta, tra estensioni e centratura, sento tutto il peso del mio corpo sulle tempie, come se una nebulosa si fosse impossessata dei miei bulbi oculari.

Ho staccato gli alluci dal tappetino e piano sono scesa giù, distendendo le gambe.

La mia prima la posizione dell’aratro, Halasana non è stata proprio il massimo, devo dire.

E non sono ancora riuscita a capire il perchè della nebulosa in mezzo alle orbite oculari, ma penso sia qualcosa che abbia a che fare più con la sensazione di soffocamento e claustrofobia che con iL resto.

Ma se è capitato a me, può succedere anche a qualcun’altro. Niente di preoccupante, naturalmente – lo risolvete appoggiando le ginocchia sulla fronte.

Halasana, la posizione dell’aratro, segue solitamente la posizione della candela, al termine di una lezione.

Entrambe le posizioni yoga sono ottimi stabilizzatori dell’umore, anche se devo dire che – per l’umore – io preferisco di gran lunga karnapidasana, la posa della ginocchia alle orecchie.

Si dice che l’aratro abbia gli stessi benefici di Sarvangasana: può apportare benefici a vari organi e ghiandole, alleviare problemi respiratori, ipertensione e insonnia.

Diverso è per le persone che hanno lesioni al collo, alta pressione sanguigna, o glaucoma che dovrebbero – invece – evitare Halasana, la posizione dell’aratro.

Come fare Sarvangasana, la posizione della candela >>

La mitologia dietro Halasana, la posizione dell’aratro è molto particolare. Narra del Re Janaka, umile karma yogi (dedito al sentiero del servizio) che, intento ad arare la terra, trova nel solco, una piccola bambina. La bambina viene chiamata Sita, ovvero nata in una siesta.

Come figlia della Madre Terra, Sita rappresenta la dimensione fisica dell’universo, la prakriti (materia), così come Rama personifica la coscienza purusha (spirito). T

utta questa creazione, dicono i saggi, nasce dal gioco d’amore tra questi due principi, materia e spirito.

Dire che Sita è nata da un solco della terra è un altro modo di dire che scopriamo la nostra natura spirituale attraverso il mezzo del corpo. Questa storia racconta il potere dell’aratro come strumento per rivelare tesori nascosti.

E’ come se ci trasformasse in semi, piccoli semi sotto il manto terreno, pronti a germogliare con buoni propositi ed energia.

Halasana, la posizione dell’aratro agisce sul quinto chakra, Vishuddha, quello della gola, della tiroide, della parte alta dei polmoni e della voce.

È una posizione che fa fluire il prana (lo spirito vitale) rimuovendo i sentimenti di poca stima verso noi stessi. Quando questo chakra è bloccato (il cosiddetto nodo alla gola) abbiamo difficoltà a comunicare e a farci capire per timidezza, ma anche arroganza, orgoglio.

Chiudiamo la comunicazione o ci esprimiamo in modo aggressivo. Purificare questo chakra significa connetterci al nostro più profondo sè e liberarci di quei sentimenti e di quelle parole che ci dicono “quanto sono terribile, quanto sono cattivo”.

Significa coltivare quell’abilità di dire cose gentili che non deprimono o umiliano gli altri. E significa saper ascoltare.

La posizione dell’aratro, Halasana: come fare

1. Dalla posizione della candela piega le ginocchia verso la fronte, avendo cura di controllare bene il peso delle gambe, equamente distribuito. La parte sacrale della schiena si adeguerà momentaneamente sul tappetino.

2. Afferra gli alluci con le mani e con l’aiuto delle braccia portali a toccare il tappetino dietro la testa (anche le altre dita dei piedi toccano il pavimento). Fai in modo che le gambe siano ben distese. Spingi indietro con i talloni: questo micromovimento ti permetterà di trovare meglio il tuo baricentro.

halasana-posizione-aratro
Halasana, la posizione dell’aratro

3. Cerca di spingere ora l’osso sacro verso il soffitto: immagina che il busto sia letteralmente appeso all’altezza dell’inguine. Aiutati con le mani che nel frattempo hai già staccato dagli alluci.

4. Porta quindi le braccia distese a terra, oltre le natiche. Puoi appoggiare i palmi al tappetino oppure incrociare le dita, allungando solo i mignoli e cercando di farli aderire al pavimento. Questo movimento ti permetterà di portare indietro le spalle e ti eviterà di incassarti a livello del collo e della gola che devono essere sempre mantenuti liberi, con l’opportuno spazio.

5. Ritorna poi nella posizione della candela e, controllando il corpo, adagia le gambe a terra.

La posizione dell’aratro, Halasana: benefici

aiuta a nutrire le regioni toracica e lombare della colonna vertebrale aumentando la circolazione e l’elasticità.

Rilascia le tensioni nel collo e nella gola, allevia l’accumulo di flemma o muco nei seni e nel sistema respiratorio, e gradualmente aiuta ad allungare e regolare il respiro.

Ha un effetto calmante e riparatore sul sistema nervoso simpatico. Contribuisce inoltre a riequilibrare le secrezioni ghiandolari di adrenalina e tiroxina, migliorando anche l’eliminazione delle tossine nel tratto digestivo e urinario.

Sentitevi dei semini, quando siete in Halasana, la posizione dell’aratro: la terra vi protegge, ma è anche un ostacolo alla vostra crescita personale e all’esplosione delle vostre energie.

Sappiate trovare il giusto equilibrio.

Namastè 🙂

0 commenti su “La posizione dell’aratro, Halasana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: