Hatha Yoga

L’Hatha Yoga è, senza dubbio, la disciplina più conosciuta da chi pratica yoga in Occidente.

Se state cercando di capire quale stile scegliere è probabile che, soprattutto sul web, vi imbattiate facilmente i numerosi articoli che parlano di questo metodo – e questo è uno di quelli 🙂

Scegliete l’Hatha Yoga se volete potenziare notevolmente la forza fisica e superare i vostri limiti corporali (oltre che prettamente psicologici).

Uno dei punti fondamentali di questa disciplina è rappresentato dall’unione delle polarità che coesistono nel nostro essere: femminile e maschile, ragione e cuore, rabbia e gioia e via di questo passo.

Gli esercizi e le posizioni, di fatto, mirano ad eliminare le dualità al fine di raggiungere l’equilibrio estremo, la beatitudine – uno stato «divino» che in sanscrito è chiamato «Samadhi».

Leggi anche: «Hatha Yoga: cos’è e caratteristiche»

Le origini dell’Hatha Yoga si perdono nella notte dei tempi e risalgono essenzialmente alla stesura dei primi Tantra – i testi classici del pensiero induista in cui sono redatte le pratiche e i dogmi che permettono all’individuo di raggiungere la liberazione.

La sua diffusione, tuttavia, si deve a Gorakhnath, vissuto tra l’XI e il XII secolo, fondatore di uno yoga incentrato principalmente su pratiche psico-fisiche.

Secondo i suoi testi, la fusione del sé individuale con il sé universale, è possibile solo attraverso una disciplina rigida – sadhana – che prevede il controllo e dominio di corpo e mente.

Secondo i dogmi, chi esegue le regole dell’Hatha Yoga, diventa un «Siddha», cioè un uomo perfetto, divino.

Per questo motivo è in grado di dominare gli elementi e mutare, per suo volere, le condizione stesse della vita.

Va da sé che i benefici dell’Hatha Yoga si manifestano sia sul piano fisico che strettamente psicologico. La disciplina, inoltre, insegna il non giudizio.

Così come accade in altri stili, la pratica dello yoga, non prevede competizione. Neppure con se stessi. I risultati migliori li otterrete non solo con la costanza, ma soprattutto con l’abbandono.

Abbandonatevi al vostro corpo, alla vostra mente e attendente: lo yoga vi restituirà benefici inaspettati, che neppure pensavate di ottenere.

Oltre a ridarvi voi stessi, il tesoro più prezioso 🙂

Namaste! 🙂