Posizioni

Yoga per le anche: così rilasciamo emozioni

Yoga per le anche: posizioni per il rilascio delle emozioni

Puoi amarle oppure odiarle profondamente, ma le pose di yoga per le anche sono una vera manna dal cielo, sia fisicamente che mentalmente che energicamente.
La maggior parte delle persone li ama perché i loro fianchi sono particolarmente stretti e hanno bisogno di sentire che c’è spazio e rilascio: per lo stesso motivo altrettante persone odiano profondamente lo yoga per le anche.
Perchè le anche sono così colme di tensioni?

I fianchi sono un po’ come il cassetto delle cianfrusaglie del corpo. È il luogo dove mettiamo le emozioni quando non sappiamo cos’altro farne. Le posizioni di yoga per le anche sono un modo favoloso per purificare lo stress emotivo profondo. Pensa a cosa fai quando ti senti minacciata o sperimenti uno scossone improvviso. Hai mai notato che attiri le ginocchia al petto raggomitolandoti in una posizione fetale di protezione? Se sentiamo qualche notizia devastante che ci porta alle lacrime, la risposta è di ritirarci in posizione fetale per piangere e proteggerci. Di solito quando venivo immancabilmente piantata dai fidanzatini del liceo mi rintanavo nella mia cameretta, mi abbandonavo nel letto e mi stringevo come un gomitolo di lana.

L’azione di tirare le ginocchia, per quanto drammatica, inizia dai fianchi. I muscoli sono serrati, ma mai completamente rilasciati. Questa persistente presa dei fianchi non solo intrappola la tensione muscolare, ma anche quella emotiva. È la stessa azione di stringere il pugno quando si è arrabbiati o di stritolare la mascella quando si è stressati.

Che si tratti di un unico evento traumatico o di più piccoli eventi, i sentimenti di paura, ansia e tristezza sono immagazzinati nei fianchi fino a quando non li portiamo in superficie e consentiamo un rilascio, che nello yoga avviene grazie al movimento fisico. Più a lungo si sopporta l’emozione, più stretta è la presa. Alcuni possono riferirsi a queste emozioni come “bloccate” o “intrappolate” nel corpo.

Ma non solo. Le anche sono il luogo in cui affrontiamo il futuro. Fianchi stretti, psoas e flessori dei fianchi possono significare che siamo titubanti nell’affrontare il futuro. In particolare, temiamo di non essere all’altezza delle nostre aspettative e di quelle degli altri. Che si tratti di avere il lavoro giusto, il marito giusto, un numero perfetto di figli, ecc.
Mentre la parte anteriore dei fianchi indica una paura del futuro, la parte posteriore dei fianchi è legata al passato e alla nostra incapacità di lasciarlo andare. La parte posteriore dei fianchi, che può includere una parte inferiore della schiena stretta e glutei, significa che si può essere troppo concentrati sul passato.

Non importa se ci credi o meno, che ti dia fastidio o meno, ma le posizioni di yoga per le anche consentiranno un rilascio e permetteranno alle emozioni di fuggire.

Sei pronta a confrontarti con le tue emozioni irrisolte? Non c’è da aver paura, ma qualora ne avessi, accetta ugualmente questo stato emotivo per quello che è, osservalo e poi lascialo andare. Srotola il tappetino, e osserva che cosa succede. Potrebbe accadere qualcosa di davvero interessante per te. Il corpo e la mente sono collegati perciò fai sempre un passo alla volta.

Inizialmente odiavo profondamente le posizioni di yoga per le anche. Sentivo molto dolore fisico e sentivo che quel dolore arrivava fino all’ultima cellula del mio corpo e oltre. Non le accettavo.
Ci ho lavorato molto perchè sapevo che dovevo affrontare alcuni traumi che mi trascinavo dietro da molto tempo. Oggi, dopo anni di lavoro sulle anche (che ai miei esordi nello yoga erano peggio del guscio di un’ostrica), sono riuscita a raggiungere un’apertura e una consapevolezza di questa parte del mio corpo che non avrei mai sperato. Sento ancora il richiamo, però. Forse sintomo del fatto che non ho ancora completamente risolto i miei traumi. Se devo scegliere, preferisco sempre classi sulle anche che aprono, rilasciano, emozionano.

Quando comincerai a muoverti in posizioni di apertura delle anche, sii cauta e vai lentamente. Potresti aver bisogno di molto tempo e di una pratica costante per sperimentare il rilascio. Quindi sii paziente con te stessa.
Le emozioni che emergeranno saranno come pesi che si sciolgono al sole. Non stupirti se l’emozione si libera attraverso le lacrime. Sii presente attraverso l’esperienza e la fiducia che, attraverso questo cambiamento, ti porterà a conoscere la parte più intima e profonda di te stessa.

Lavorare sullo yoga per le anche purifica il corpo e accoglie il rinnovamento.

yoga-per-le-anche

Yoga per le anche: posizioni

Anjaneiasana
Tutte le posizioni yoga che prevedono un affondo (compresi i guerrieri) sono molto utili pre preparare l’apertura delle anche. Assicurati sempre che il ginocchio sia parallelo alla caviglia. Aiutati con le mani se vuoi spingendo i flessori dell’anca – situati all’attaccatura delle cosce con il busto – verso l’interno, in un’opera di introrotazione.

Kapotasana
La posa del piccione è una posa di apertura profonda delle anche. Ricordati di tenere il tallone della gamba flessa sempre attivo in modo tale da proteggere il ginocchio. Non collassare verso il basso dal lato della gamba flessa, ma spingi l’anca della gamba distesa verso il tappetino, anche aiutandoti con le mani. All’inizio potrebbe esserci spazio tra il tappetino e il gluteo della gamba flessa, ma con tempo questo spazio si ridurrà.

Gomukasana
Cerca di raggiungere la posizione completa, quella dove le ginocchia sono parallele, l’una sull’altra. Aiutati con un movimento che in Odaka Yoga chiamiamo ‘ripple’ e che facilita l’apertura delle anche: fai dondolare il coccige in avanti e indietro. Questo movimento crea spazio e libera i tuoi flessori.

Upavistha Konasana
In questa posizione pensa anche molto alla tua schiena cercando di non lasciarla curvare eccessivamente. Porta le mani di fronte a te ed esercita sul tappetino una leggera trazione verso il centro del corpo: dovresti sentire le spalle scendere, il petto aprirsi e la schiena allungarsi un pochino.

QUI puoi trovare maggiori informazioni sulle posizioni che ti ho elencato.

Namaste

Un commento su “Yoga per le anche: così rilasciamo emozioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: