Lo Yoga come soluzione ai mali del mondo: così ritorniamo alla pace

Mentre leggo le risposte che il Dr. Balmukund mi ha inviato, in lingua inglese, rimango colpita dalle sue parole, da quell’energia che solo i veri Maestri sanno infondere. I suoi concetti e la sua profondità mi riportano in India, in quell’India povera ed elementare, fatta di piccole cose, dove lo scambio di un chapati, al mattino, è un dono che porta serenità e pace. 

Il Dr. Balmukund Shastri è un rinomato Yoga Guru e Dottore in Naturopatia, attualmente praticante presso l’SM Yoga Research Institute di Vrindavan, dove si studiano e si praticano trattamenti di Yoga, Naturopatia, Ayurveda e spiritualità. Data la sua esperienza, le mie domande non possono che riguardare la vita intera, perché lo Yoga e, in particolare l’Ayurveda, abbracciano tutto ciò che noi concepiamo come Reale, tutto ciò che fa parte dell’Universo e non solo.

«Al giorno d’oggi, le persone si muovono velocemente, vogliono ottenere tutto molto velocemente, mentre Yoga, Naturopatia e Ayurveda sono processi di guarigione un po’ più lenti rispetto al sistema medico generale – dice il Dr. Balmukund -. Desiderose di risultati rapidi, le persone consumano farmaci per anni, ma la loro malattia non viene curata, solo i sintomi. Al contrario, vengono colpiti altri organi e si generano altre malattie. Dall’altra parte, lo Yoga, la Naturopatia e l’Ayurveda si concentrano sulla causa alla radice della malattia: basta dedicarci qualche settimana per vedere i risultati. Risultati che non hanno alcun effetto collaterale».

Ciò che serve, però, è ritornare all’ASCOLTO, tema peraltro centrale di questo YogaFestival 2022, che torna a Milano dal 30 settembre al 2 ottobre, dopo lo stop imposto dalla pandemia. Ascolto di sé stessi, della natura in cui viviamo, del tempo che abbiamo e del modo in cui lo trascorriamo, ormai troppo risucchiati dai nostri schermi a cui siamo connessi 24 ore su 24, tutti i giorni della settimana. «La digitalizzazione è il “cattivo” della società attuale. Tutti corrono dietro alla tecnologia, chiudendo il cerchio intorno a sé e distaccandosi dalla cultura e dal patrimonio – afferma il Dr. Balmukund -.  Le persone non sono in grado di dedicare il giusto tempo alla famiglia, non c’è legame, non c’è amore e non c’è pietà per gli altri. Vivono una vita formale, solo perché devono farlo. Il tempo e la cultura sono le soluzioni: bisogna dedicare abbastanza tempo ai figli, concentrarsi sulle loro azioni, spingerli a fare attività fisiche evitando il solo tempo digitale».

Parole che conosciamo bene queste, che a volte risuonano nella nostra mente quando – durante una Savasana – ci diamo la possibilità di riflettere. Pensieri che, tuttavia, vengono spazzati poco dopo, quando torniamo nella nostra routine e veniamo divorati da essa. «Bisogna discutere con i bambini, condividere i sentimenti, cercare di sviluppare in loro l’amore e la compassione, in modo che siano in grado di creare legami con gli altri. Dobbiamo motivare i bambini a conoscere la loro cultura, a comprendere lo scopo della vita e incitarli allo Yoga per vivere una vita migliore».

Il Dr. Balmukund ha stabilito diverse filiali dell’SM Yoga Research Institute in sette luoghi in India e tre negli Stati Uniti. Ha curato molte malattie gravi come TBC, Tumore del Sangue, Diabete, Pressione sanguigna, Tiroide, PCOD, Parkinson, Tumori di diversi tipi e stadi, attraverso Yoga e Naturopatia; ha salvato la vita a più di 300 pazienti da COVID-19. 

«In questo mondo, la soluzione a tutto è l’ascesa verso lo yoga. Si può scegliere qualsiasi forma, qualsiasi sentiero, qualsiasi ingresso; ognuno di essi porta alla stessa meta: la pace della mente. L’effetto dello dello yoga è visibile sul corpo, sulla mente e sull’anima», dice il Dr. Balmukund. 

In particolare, lo stile del Dr. Balmukund, prende il nome di Jnana-yoga. Si tratta di una forma di yoga che parte dall’ascolto di un Guru (maestro), delle antiche scritture, dei Veda, e dal raggiungimento della saggezza. E dove l’ascolto, appunto, acquista un’importanza fondamentale. «Attraverso la conoscenza (jnana), chi pratica questo yoga è in grado di conoscere se stesso e di discriminare le proprie scelte tra bene e male, reale e irreale, permanente e temporaneo. Il potere del discernimento (viveka) porta all’indifferenza (vairagya) verso gli oggetti temporali e il mondo materialistico. E, altresì, alle 6 virtù: 1. calma, 2. controllo, 3. rinuncia, 4. resistenza, 5. fede, 6. concentrazione. Infine, dopo la pratica di diverse forme di Yoga, sorge il mumukshutva: la persona sviluppa un intenso desiderio e si appassiona al raggiungimento della liberazione dalla sofferenza».

Il Dr. Balmukund condurrà per Yoga Festival una classe dal titolo «Yoga Nidra e Chakra meditation: per ritrovare l’equilibrio nella nostra vita», sabato 1 ottobre alle ore 14.15. E’ possibile prenotare la sua classe a questo link.

4 risposte a “Lo Yoga come soluzione ai mali del mondo: così ritorniamo alla pace”

  1. Ottimo articolo! Spiegati bene i problemi di salute di oggi e lo yoga, l’Ayurveda e la naturopatia come la soluzione sicura, efficace e migliore. Ottimo lavoro! Continuate così!

    Piace a 1 persona

  2. Great article

    Piace a 1 persona

  3. Avatar balmukundshastriji
    balmukundshastriji

    Thank to each and everyone for your words and blessings 🙂💐🙏🏻❤️

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: